Sesso selvaggio a Bologna

Ciao sono Nina una sottomessa ninfomane di 30 anni... Vivo a Bologna da qualche anno insieme al mio ragazzo, o meglio, insieme al mio Padrone. Lo conosciuto 1 anno e mezzo fa in una serata tra amici, dalla prima volta che lo visto sono rimasta abbagliata dalla sua bellezza ma soprattutto dal suo sguardo, mi ricordo ancora come ci siamo salutati quella sera, un bacino delicato nell'angolino tra le labbra... da quel giorno la mia vita è cambiata, più lo conoscevo e più scoprivo l'uomo fantastico che era, non mi sono mai sentita al sicuro con nessun'altro, nonostante lui sia stato l'uomo che mi ha fatta più male lui era anche quello che mi ha fatto più bene... Lo ammiravo, per me aveva un potenziale enorme, una di quelle persone che incontri e pensi "Lui può fare grande cose nella vita". Cosi abbiamo iniziato a convivere insieme, credevo di essere la parte dominante della coppia ma nel tempo mi sono accorta di essere la parte sottomessa, nel sesso ho sempre goduto dominando ma con lui era diverso, volevo le sue mani nel mio collo, volevo i segni delle sue mani nel mio culo, volevo che mi soffocassi con il suo cazzo, volevo che mi bloccassi ogni movimento e mi costringessi a mettermi nelle posizione che riteneva giusto lui... ecco volevo abbandonarmi a lui con corpo e anima, d'altronde cos'è l'amore se non due persone che si abbandonano l'uno all'altro? Cosi c'è stata la prima sera di sesso selvaggio, sono arrivata a casa e lui era già li che mi aspettava con la ball gag presa in un sexy shop e delle corde in canapa appoggiate sul divano. Metto giù la borsa e mi tolgo le scarpe, mi avvicino a lui per dargli un bacino come sempre ma lui mi ferma: "Non ti ho detto di baciarmi!" Io resto perplessa ma assecondo, mi metto subito in ginocchio e abbasso la testa: "Scusami" Lui mi alza la testa e mi dice: "Dovresti sapere che oddio quado chiedi scusa, devi stare zitta!" Poi prende la ball gag e mi dice di aprire la bocca, io la apro e lui mi lecca le labbra soffermandosi in quelle inferiore per mordermela, poi mi mette la pallina in bocca e me la allaccia dietro, poi si alza davanti a me e mi prende per i cappelli senza farmi alzare in piede mi fa gattonare fino in camera, arrivati in camera mi fa alzare, indossavo un vestitino nero, lui me lo sfila verso l'alto e si ferma sopra i miei occhi, usa il vestito come benda per tapparmi gli occhi facendo un nodo dietro, poi mi slaccia il reggiseno e mi tira giù le mutandine, io non vedevo la sua espressione ne potevo parlare ma ero eccitata e sentivo la mia figa pulsare come non mai! Lui si allontana e quando torna da me mi fa girare con la schiena rivolta verso di lui, ha preso i miei polsi e me li ha legati dietro la schiena, poi mi ha spinta sul letto sdraiata con la pancia verso l'alto... cosi ha iniziato a percorrere la mia pelle baciandomela e mordendomela, ogni centimetro, partendo dal collo scendendo sul seno dove si è soffermato qualche minuto a giocare con i miei capezzoli poi ha continuato a scendere fino ad arrivare sulla mia figa, mi ha aperto le gambe scoprendo tutto il mio desiderio, ha iniziato a leccarmela, succhiarmela e toccarmela, intercalava le tre cose in un modo sublime, stavo per venire ma si è fermato, non voleva che venissi subito, mi avrebbe fatta impazzire, come sempre... cosi mi da dei piccoli colpi sul clitoride e mi dice "Non devi venire" Io sudavo già, figurati... facile dirlo, farlo invece era quasi impossibile!!! Cosi lui mi gira con la pancia in giù, mi tira su il culetto e mi apre la figa, torna a toccarla e mi sputa sopra il culo... io ansimo sempre di più, volevo mi scopassi, lui però aveva altre idee per me... cosi mi infila in culo le sue dita, inizia a masturbami la figa e il culo contemporaneamente, io non resisto e vengo squirtando sul letto, lui mi sgrida: "Ti avevo detto di non venire!!!" Cosi poi inizia a sculacciarmi, destra e sinistra fino a farmi venire il culetto rosso, io urlavo, o almeno provavo ma le mie urla erano soffocate dalla ball gag, quando ha finito di sculacciarmi ha preso Big bamboo, un cazzo enorme di legno, gli mette il preservativo e del lubrificante poi mi penetra la figa, io avevo i polsi ancora legati e lui con una mano mi spingeva la testa contro il cuscino, non contento di penetrarmi la figa con Big bamboo mi lascia la testa, pinta il cazzo di legno contro il letto in modo che non fuoriuscissi dalla mia figa, mi apre il culo e sputandoci ancora sopra mi penetra il culo con il suo cazzo, io sudavo e godevo come una porca, ero completamente riempita da lui! Cosi lui mi prende i polsi legati e mi spinge verso il basso spingendo ancora più in fondo Big bamboo e scopandomi il culo con violenza, stavo per svenire con un misto dolore e piacere ma ne volevo ancora, sentivo il suo cazzo gonfiarsi dentro di me, cosi lui si è fermato mi ha tolto Big bamboo dalla figa e mi ha girata verso di lui mi ha messo in ginocchia mi ha messo gli occhiali da vista e mi ha sborrato in faccia... ahhhh siii cazzo è stata una serata di pura trasgressione, ero esausta e dolorante ma allo stesso tempo ero anche soddisfatta, mi ha slegata, sono andata a pulirmi la faccia e poi appoggiandomi sul suo petto mi sono addormentata come una bambina cattiva che era stata perdonata.

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!